Come pulire il vetro del camino

Non sai come pulire il vetro del camino o della stufa? Siamo qui per aiutarti! Ti proporremo alcuni metodi semplici, veloci ed efficaci per rimuovere quella patina nera di fuliggine che con il tempo si deposita sulla superficie del vetro. Il caminetto tornerà a splendere e riscoprirai la sua funzione di elemento d’arredo elegante e luminoso. È importante procedere sempre con la dovuta cautela. Evita di correre inutili rischi: lascia raffreddare completamente tutte le parti prima di procedere. Ricordiamo che la scelta del legname influenza la quantità di sporco depositato sul vetro: prevenire è meglio!

Pulire il vetro del camino con prodotti specifici

In commercio esistono moltissimi prodotti specifici per la pulizia dei vetri di stufe e camini: si tratta di detergenti chimici in crema o in spray da lasciar agire e sciacquare. Spesso si tratta di prodotti molto aggressivi che con il passare del tempo rischiano di rovinare alcune parti dello sportello del caminetto. Per scegliere il prodotto giusto basta affidarsi ad un rivenditore specializzato che saprà consigliarti al meglio. Puoi provare ad utilizzare un normale detergente per vetri, ma potrebbe non essere sufficiente se il vetro è molto sporco. Continua a leggere per scoprire soluzioni alternative ed efficaci.

Pulire il vetro del camino con prodotti di uso comune

  • CENERE. La presenza di minerali al suo interno sarà l’arma vincente. Questa è una delle cosiddette soluzioni “della nonna”: sembra stravagante ma… provare per credere! Basta inumidire un panno con acqua tiepida, passarlo sulla cenere e poi strofinarlo energicamente sul vetro. Ripeti questa operazione due/tre volte e rimarrai sorpreso dal risultato.
  • ACETO BIANCO: il suo potere sgrassante torna utile anche in questo caso. Mescolalo con dell’acqua calda e lascia agire il composto sul vetro, poi strofina con un panno umido. Sconsigliate le spugnette abrasive: rischieresti di rovinare il vetro.
  • AMMONIACA. Un’altra alternativa efficace è l’ammoniaca diluita in acqua. Basta procedere come elencato sopra per l’aceto.

In caso di incrostazioni vecchie e persistenti esistono degli appositi raschietti per i vetri. Se hai un termocamino, avrai molti meno problemi perché la sua tecnologia moderna impedisce a gran parte della fuliggine di depositarsi sul vetro. Ogni tanto, però, una pulita è comunque necessaria per rimuovere quell’effetto opaco che si viene a creare dopo alcuni di mesi di utilizzo. In questi casi puoi provare a rimuovere lo sporco con un foglio di carta assorbente; se non fosse sufficiente utilizza uno dei metodi elencati in precedenza.

Se ti sei perso il nostro articolo su come eliminare qualsiasi alone da vetri e specchi, clicca qui!

CONOSCI GIÀ LA NOSTRA IMPRESA DI PULIZIE?

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO GRATUITO!

📲 Chiamaci al numero 035 790023.

📩 Scrivici una e-mail cliccando qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *