Come si pulisce una veranda?

Chi ha una veranda sa bene quanto sia piacevole trascorrere del tempo in questo spazio nel periodo estivo: pranzi, cene, momenti di relax e feste con gli amici. Avere ospiti, però, significa poter contare su uno spazio pulito e presentabile. Come si pulisce una veranda? Ecco qui una breve guida per risultati impeccabili.

Frequenza della pulizia

Temporali, pioggia e vento sono tra i fattori più temuti: chi possiede una veranda chiusa è riparato in caso di pioggia, ma si deve attivare di frequente per la pulizia dei vetri. Se si ha a che fare questa tipologia di spazi, per i mobili è sufficiente una pulizia profonda un paio di volte all’anno. Il pavimento, invece, andrebbe pulito almeno una volta a settimana quando la veranda viene utilizzata spesso. In caso di feste o pranzi con molti invitati, una pulizia dopo ogni utilizzo è indispensabile per rimuovere eventuali briciole, sporco e residui di cibo.

Chi ha una veranda aperta rischia che l’arredamento venga rovinato durante ogni perturbazione: cuscini inzuppati, oggetti di legno danneggiati e pavimenti sporchi sono un classico. In questi casi la pulizia dopo un acquazzone è consigliabile, ma non scordare di ripulire anche dopo ogni utilizzo. Un minimo di attenzione e una manutenzione frequente ti aiuteranno a mantenere in ottimo stato la tua veranda.

Cosa pulire e come fare

Quali sono le parti della veranda che hanno bisogno di pulizia? Come procedere? Di seguito un breve elenco con qualche consiglio per una pulizia  efficiente.

  • Pavimenti

La pulizia dei pavimenti è una di quelle operazioni che, come in casa, non va mai dimenticata. Per ottenere buoni risultati consigliamo una passata iniziale con la scopa o l’aspirapolvere. Se il pavimento è in legno o di un materiale molto delicato, utilizzare prodotti specifici per quel tipo di superficie è sempre l’alternativa migliore. Raccomandiamo di non utilizzare mai detergenti troppo aggressivi per non rischiare di danneggiare l’area trattata. Per le macchie ostinate versa un po’ di prodotto direttamente sulla macchia, senza diluirlo in acqua. Tra le alternative “fai-da-te” più popolari troviamo alcool e aceto bianco, ottimi anche per disinfettare in profondità.

  • Vetrate

Per pulire al meglio le vetrate della tua veranda ricorda che se vuoi evitare aloni è meglio procedere con la pulizia quando il sole non batte sulla superficie. Il calore farebbe asciugare i vetri troppo in fretta lasciando segni ovunque. Se sono molto sporchi sarebbe meglio dare una passata iniziale con un panno asciutto per eliminare la maggior parte della polvere. Prodotti mirati e tecniche professionali garantiscono sempre risultati eccellenti, soprattutto se le vetrate hanno grandi dimensioni. In alternativa prova i “6 metodi fai-da-te” per pulire specchi e vetri che avevamo consigliato in un articolo precedente: li trovi cliccando qui.

  • Ringhiere

Ruggine e sporcizia non sono un bello spettacolo! Per rimediare basta utilizzare prodotti specifici per il materiale costitutivo della vostra ringhiera, purché non siano corrosivi. Si può fare un tentativo anche con rimedi naturali come aceto, limone e bicarbonato. Spesso i detergenti ecologici fai-da-te sono i migliori per pulire disinfettando a fondo.

  • Grondaie

Dopo l’inverno e dopo ogni forte temporale estivo è bene verificare lo stato delle grondaie: foglie e rami trasportati dal vento rischierebbero di intasare i tubi e comprometterne il buon funzionamento.

  • Mobili

I mobili da esterno generalmente sono più resistenti di quelli indoor, ma questo non significa che non abbiano bisogno di manutenzione. Ovviamente c’è sempre differenza tra chi possiede una veranda aperta e chi ne ha una chiusa, in ogni caso polvere e sporcizia si accumulano molto velocemente. Una pulizia costante è necessaria. Per i mobili di legno esposti a pioggia e raggi solari esistono prodotti mirati che prevengono il deterioramento e li rendono lucenti e impermeabili. La cura e la pulizia sono il primo step per preservare ogni tipologia di mobile.

  • Tende da sole

Non si tratta di un grosso impegno, ma se avete delle tende da sole l’ideale sarebbe pulirle almeno un paio di volte all’anno. COME?

Quando chiedere un aiuto professionale

La pulizia di una veranda comprende alcuni interventi di pulizia profonda, sommati ad una pulizia costante più superficiale.

In primavera, quando inizia la bella stagione, un intervento professionale potrebbe risultare necessario per rimuovere i segni lasciati dall’inverno: un esempio molto comune è la muffa. La disinfestazione è un esempio di operazione che richiede la presenza di personale esperto e qualificato, così come la pulizia di vetrate molto alte. Le imprese di pulizia riescono a portare a termine qualunque operazione grazie a conoscenze specifiche, strumenti come aste telescopiche, macchinari speciali e tecniche di pulizia avanzate.

Chiedi un preventivo a Impresa Bibo

Noi di impresa Bibo operiamo da oltre quarant’anni nel settore delle pulizie e disponiamo di personale altamente qualificato che segue periodicamente i migliori corsi di specializzazione. Per la pulizia di grandi vetrate utilizziamo un macchinario per l’osmosi inversa, che nel lungo periodo evita la formazione di strati di calcare. Ci occupiamo anche di potature e taglio erba, perché avere una veranda curata è importante, ma anche il giardino dovrebbe essere sempre in ordine. Affidati alla nostra esperienza: troverai prezzi chiari e trasparenti, un servizio efficiente e preventivi gratuiti calibrati sulle tue esigenze.

CONTATTACI PER UN PREVENTIVO GRATUITO

Puoi chiamaci al numero 035 790023 oppure scriverci cliccando qui.

Ricorda che abbiamo una pagina Facebook è sempre aggiornata con i nostri preziosi consigli per la pulizia: seguici cliccando qui!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *