spazi_comuni_condominio

Spazi comuni del condominio: chi li deve pulire?

L’estate si avvicina: in questo periodo ognuno di noi desidera avere un cortile in ordine ed un giardino curato. Purtroppo nei condomini le pulizie di tutti quegli spazi che rientrano tra le aree comuni sono motivo di lite. Questo problema sembra essere una piaga che affligge una parte significativa della popolazione. La condivisione di alcuni spazi comporta situazioni spesso complicate da gestire. Le scale interne ed esterne allo stabile, ad esempio, sono di proprietà dei residenti. In quanto tali, se ne devono far carico dividendosi il lavoro e i costi di mantenimento.

I problemi degli spazi comuni

Per risparmiare sui costi, spesso gli inquilini decidono di spartirsi il lavoro creando dei turni per la pulizia. In alternativa, c’è chi sceglie una persona interna al condominio che si occupi della pulizia di scale, ascensori, portone d’ingresso ecc… In sede di assemblea questo tipo di soluzioni vengono spesso approvate con consenso unanime, ma nella pratica risulta tutto più complicato.

Nella maggior parte dei casi all’interno del palazzo si generano incomprensioni di vario tipo: turni di pulizia che saltano per impegni e contrattempi dei singoli condòmini, lamentele relative ad uno o più vicini che non puliscono come dovrebbero, attribuzione di qualsiasi colpa e responsabilità all’ultima persona che ha pulito quello spazio e via dicendo.

La soluzione esiste ed è semplice

Nei casi più difficili in cui si verificano gravi inadempienze o diverbi irrisolvibili, interviene l’amministratore di condominio. Le norme in realtà sono chiare: con una votazione i condòmini stabiliscono come gestire la pulizia degli spazi e una volta presa la decisione sulla modalità da utilizzare, la devono rispettare.

Il modo più semplice ed efficace per risolvere la questione è affidare il compito ad un’impresa professionale: il servizio verrà svolto da professionisti in maniera regolare, in questo modo non sorgeranno altre lamentele. Per evitare spiacevoli inconvenienti è sufficiente trovare esperti competenti, professionali ed affidabili. Questo tipo di soluzione permette di ottenere risultati eccellenti e ottimizzare al massimo i tempi, basta contattare l’impresa giusta. Per formalizzare il rapporto di collaborazione tra il condominio e l’impresa di pulizie è necessario un contratto di appalto. Per qualsiasi dubbio relativo alle leggi che regolano tali procedure vi rimandiamo ad un nostro precedente articolo: basta cliccare qui.

Affidarsi a Impresa Bibo: quali servizi offriamo?

Con Bibo avrete il massimo supporto per tutte le esigenze nella gestione delle attività di sanificazione degli ambienti. La nostra impresa interverrà per effettuare pulizia di scaleascensori, portineria, pianerottoli, casellari postali, vetri e portoni di ingresso, operando con macchinari specifici e prodotti professionali. Nel caso di grandi complessi residenziali, gli interventi di pulizia degli androni e di tutte le pavimentazioni verranno effettuati anche con macchine spazzatrici di ultima generazione. Tra i nostri servizi aggiuntivi proponiamo interventi speciali come la pulizia di impianti fotovoltaici, grandi superfici vetrate, canne fumarie e condotti di ventilazione.

Offriamo un servizio completo garantendo alta qualità e massima trasparenza: un servizio efficiente ed affabile, con prezzi chiari e calibrati sulle esigenze del cliente. È possibile stipulare un contratto di pulizia e manutenzione per avere la sicurezza di un intervento sempre attento e puntuale, garantendo allo stabile un ambiente igienizzato e a norma. Lo staff, sempre in divisa, interverrà secondo gli orari stabiliti in fase di accordo, in modo da non intralciare le normali attività dei condòmini.

Contattaci al numero 035 790023 per avere un preventivo gratuito oppure scrivici cliccando qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *