Credito di imposta per la sanificazione: servizi e spese ammissibili

cassa

Hai richiesto il credito di imposta per la sanificazione e ti stai chiedendo quali spese e servizi ne possono beneficiare?

Tranquillo, oggi ti spieghiamo cos’è il credito di imposta per la sanificazione, chi ne può usufruire e quali spese sono coperte da tale credito.

Cos’è il credito di imposta per la sanificazione?

Nel Decreto Rilancio, realizzato per moderare la crisi economica a seguito dell’emergenza Coronavirus, sono state stabilite diverse misure tra cui l’introduzione del credito di imposta per la sanificazione.

Questo credito consiste in agevolazioni fiscali concesse dall’Agenzia delle Entrate con l’obiettivo di generare maggior sicurezza nei luoghi di lavoro.

Per esserne beneficiari si deve aver inviato la richiesta, tramite il modello di comunicazione, entro il 7 settembre 2020.

L’importo corrisposto dalle agevolazioni è stato, ed è tuttora, un tema molto dibattuto. Dopo vari cambiamenti e richieste, ad oggi il credito di imposta per la sanificazione – chiamato anche bonus di sanificazione e dpi – corrisponde a il 28,3% dell’ammontare delle spese sostenute per ridurre i rischi da contagio da Covid-19.

Puoi consultare il provvedimento in questione qui. Ti consigliamo, inoltre, di confrontarti con il tuo consulente fiscale per chiarire ogni dubbio.

Quali servizi godono del bonus sanificazione?

Tra le spese ammissibili nel bonus di sanificazione vi rientrano quelle per:

  • L’acquisto dei dispositivi di sicurezza;
  • Le spese per la sanificazione di ambienti e strumenti.

Sono tante le aziende che hanno già colto l’opportunità di beneficiare del bonus insieme a noi di Bibo. Da Marzo 2020, infatti, siamo attivi con servizi speziali di sanificazione attraverso il sistema ad ozosi.

Se anche tu vuoi godere del tuo bonus di sanificazione con noi di Bibo, mettendo in sicurezza il tuoi spazi e strumenti di lavoro, contattaci compilando questo form: faremo un sopralluogo della tua struttura e ti proporremo un preventivo su misura con le tue richieste.

Ti ricordiamo anche che fino al 31 Dicembre 2021 puoi decidere di sostenere altri soggetti cedendo loro, anche parzialmente, il tuoi credito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *