Come organizzare le pulizie di casa

Quanti di voi odiano pulire perché il lavoro sembra non finire mai? Beh, noi abbiamo la soluzione: basta organizzare le pulizie di casa in maniera intelligente. Pianificando ogni cosa avrete poche azioni da completare ogni giorno e non scorderete nulla. Per il planning delle faccende domestiche potete fare un semplice elenco, utilizzare una tabella o creare una check-list sulle note dello smartphone. Questo piccolo trick vi aiuterà a lavorare in maniera efficace ottimizzando i tempi. 

Planning

Come organizzare le pulizie? Ecco alcune idee.

Potete creare un planner personalizzato dividendo le attività per stanza oppure dividendo i compiti a seconda del membro della famiglia incaricato per portare a termine le singole attività. In ogni caso, è molto utile avere sempre un riferimento della frequenza con cui ogni compito va eseguito. Non esiste un modo giusto o uno sbagliato per pianificare le pulizie, è importante che il programma stilato rispecchi il vostro stile di vita, prendendo in considerazione il tempo che avete a disposizione. Una volta identificate le modalità di organizzazione più adatte alle vostre esigenze, si tratta soltanto di rimboccarsi le maniche!

Procurare il necessario

Avere a disposizione tutto il necessario è importante per non perdere tempo. Armatevi di detergenti, sgrassatori, prodotti specifici per le superfici più delicate, antibatterici, spugne, panni in microfibra e guanti in gomma. A questo punto niente potrà fermarvi!

Quali sono le attività principali?

Alcune attività richiedono un impegno giornaliero, altre possono essere categorizzate come “settimanali”, altre ancora come “mensili”. Vediamo i punti principali.

GIORNALMENTE:

  • Ricorda di aprire le finestre in ogni stanza per cambiare l’aria. L’ideale sarebbe farlo al mattino.
  • Rifare i letti.
  • Sbattere i tappeti per eliminare la polvere superficiale. Questa attività può essere eseguita anche a giorni alterni. 
  • Passare l’aspirapolvere.
  • La pulizia dei pavimenti con il mocio o lo spazzettone è soggettiva: i fanatici della pulizia lo fanno ogni giorno, ma due/tre volte per settimana sono sufficienti.
  • Pulire la cucina dopo ogni utilizzo. Un consiglio: non lasciare mai le stoviglie sporche nel lavello! Questa cattiva abitudine finirà per alimentare la vostra pigrizia: in poco tempo il lavandino diventerà una montagna piena di piatti e bicchieri da lavare. A quel punto servirà uno sforzo enorme per rimediare.
  • Pulire i bagni.
  • Mettere in ordine ogni cosa dopo averla utilizzata: è la regola base per evitare che si crei un caos irreparabile.

SETTIMANALMENTE:

  • Pulire a fondo i pavimenti, i bagni e la cucina.
  • Spolverare i mobili.
  • Lavare le lenzuola per eliminare acari e polvere.

MENSILMENTE:

Non è strettamente necessario eseguire tutte queste operazioni ogni mese, potete farlo una volta ogni due o tre mesi, magari alternando le attività.

  • Pulire gli armadi.
  • Lavare le tende: non immaginate quanta polvere si accumuli nel tessuto.
  • Pulire tappeti, cuscini e divani di stoffa.
  • Spolverare i lampadari.
  • Pulire gli elettrodomestici.
  • Pulire gli infissi e i vetri.
  • Lavare i peluches: sono piccole bombe di polvere!
  • Girare i materassi e aspirarne la superficie.
  • Rassettare cantina e/o solaio.
  • Buttare cio che non serve!

Non ho tempo da dedicare alle faccende domestiche: cosa faccio?

Chiama Impresa Bibo, ci penseremo noi!

La pulizia professionale ha moltissimi vantaggi: clicca qui per conoscerli. Noi di Impresa Bibo siamo professionisti del settore dal 1977 ed effettuiamo servizi di prima pulizia, pulizia ordinaria e interventi di pulizia straordinaria. Lavoriamo su ambienti di qualsiasi dimensione, in qualsiasi settore. Operiamo con grande esperienza e con passione: i risultati sono garantiti!

Per un preventivo gratuito basta chiamare il numero 035 790023 oppure scriverci cliccando qui.

Seguite la pagina Facebook per non perdere nessun consiglio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *