Spesso siamo convinti del fatto che le nostre case, i luoghi che frequentiamo e gli uffici in cui lavoriamo siano ambienti sani e non in grado di costituire un pericolo per la nostra salute, ma ci sbagliamo.

La maggior parte dei luoghi che frequentiamo ogni giorno sono sottoposti ad agenti inquinanti, che a lungo andare minano la nostra salute, dando origine a reazioni allergiche, infiammazioni e problemi respiratori.

Gli agenti inquinanti ai quali siano sottoposti sono invisibili, e non facilmente riconoscibili.

L’intenzione di questa news è quella di fare chiarezza sulle fonti di inquinamento indoor e spiegare come debellarle.

Senza rendercene conto, spesso teniamo dei comportamenti che contribuiscono ad aumentare l’inquinamento invisibile presente all’interno degli spazi in cui viviamo, minando a poco a poco la nostra salute.

Per evitare ciò è necessario prendere alcuni accorgimenti, ovvero seguire delle linee guida.

Ma prima partiamo dalle basi.

Cosa significa inquinamento indoor?

Secondo il Ministero della Salute l’inquinamento indoor può essere così definito:

In poche parole è possibile che l’aria presente negli ambienti in cui viviamo sia ricca di sostanze dannose per la nostra salute.

Nonostante i rischi non bisogna disperarsi: vivere in un ambiente sano è possibile, ma soltanto se si fa attenzione e se si adottano in modo scrupoloso degli specifici comportamenti.

Vediamo quali sono.

Come ottenere un ambiente sano

Per tenere lontano gli agenti inquinanti presenti nelle nostre case e negli ambienti che frequentiamo regolarmente è necessario attuare questi comportamenti: 

Arieggiare spesso gli ambienti

Gli ambienti piccoli e chiusi (come gli uffici, le stanze di una casa, le classi di una scuola, gli spogliatoi di una palestra), se frequentati da molte persone contemporaneamente vengono  intasati dalla famosa “aria viziata”, pesante e carica di umidità, che rende difficoltoso respirare.

L’aria viziata è pesante perché composta da bioeffluenti rilasciati naturalmente da tutte le persone, come vapore acqueo e anidride carbonica, ma anche da contaminanti biologici, ovvero  sostanze rilasciate involontariamente dai nostri organismi, ad esempio peli o squame di pelle, saliva emessa quando parliamo, grasso corporeo e altri derivati.

Tutti componenti che contribuiscono ad intaccare la qualità dell’aria rendendola malsana.

Ecco perché è importante dare spesso aria agli ambienti, in modo tale da disperdere bioeffluenti e contaminanti biologici, che possono causare influenze, tosse, raffreddore o nei casi peggiori anche seri problemi respiratori o vere e proprie reazioni allergiche.

Anche il grado di umidità dell’ambiente deve essere monitorato, nello specifico andrebbe mantenuto tra i 18° e i 22°. 

Pulire con prodotti biologici o poco aggressivi

Molti dei prodotti in vendita nei supermercati contengono sostanze dannose per la salute umana, che se utilizzati con frequenza in ambienti poco areati contribuiscono ad aumentare il rischio di intossicazione.

Gran parte dei detergenti sono infatti a base di acidi quali candeggina e ammoniaca, sostanze che liberano gas in grado di irritare anche fortemente le mucose umane (occhi, naso o gola). Una sovraesposizione a queste sostanze mescolate tra loro possono addirittura, nei casi più gravi, portare alla morte.

Quando possibile, quindi è meglio preferire l’uso di prodotti a marchio Ecolabel, certificati dalla Commissione europea in quanto privi di sostanze dannose per la salute umana e per l’ambiente.

I prodotti Ecolabel sono utilizzati solo dalle migliori imprese di pulizie. Affidati a dei professionisti se vuoi essere certo di vivere ed operare in un ambiente pulito e privo di rischi.

Fare la manutenzione degli impianti di condizionamento

Gli impianti di condizionamento sono dotati di filtri d’aria che vanno tenuti regolarmente puliti, e cambiati dopo qualche stagione di utilizzo.

I filtri fanno il lavoro sporco, ovvero filtrano e riciclano per noi l’aria mantenendola pulita e riducendo così le percentuali di contaminanti e bioeffluenti presenti naturalmente.

Se il ricambio d’aria in un ambiente non avviene nel modo corretto i rischi sono quelli di contrarre infezioni, come la legionella oppure bronchiti, raffreddori e addirittura lombalgie e dolori addominali. 

Eliminare gli agenti infestanti

Formiche, blatte, scarafaggi, ratti sono tutti agenti infestanti che si possono riscontrare in ambienti poco igienizzati.

Le blatte si formano in luoghi dove è presente del cartone e si nutrono di cibo ricco di proteine, come gli scarti alimentari, quindi sono un pericolo che si manifesta soprattutto nelle case e nei ristoranti.

Le formiche entrano nei luoghi chiusi soprattutto nelle stagioni più calde e come le blatte sono attirate dal cibo, in particolare dalle briciole di pane e dagli alimenti dolci.

I ratti si trovano sia nelle zone di campagna che in città, attirati dai rifiuti alimentari. È facile capire quando sono presenti perchè lasciano numerose tracce. Sono anche portatori di malattie, quindi la loro presenza a stretto contatto con l’uomo è sempre da evitare.

Non appena si scopre la presenza di animali infestanti in un luogo frequentato da persone è bene chiamare dei professionisti in disinfestazioni. 

 Eliminare periodicamente le polveri

Può sembrare banale, ma vivere in un ambiente poco spolverato comporta dei rischi per la salute. 

La composizione della polvere è diversa in base al luogo in cui si deposita: la polvere presente nei luoghi all’aria aperta ad esempio è composta da terriccio, pollini, frammenti di erbe e smog.

La polvere che possiamo trovare banalmente nelle nostre case e negli uffici invece è composta da terriccio, pezzetti microscopici di alimenti, peli, squame di pelle, muffe, detersivi.

All’interno della polvere sguazzano felicemente gli acari, dei piccolissimi ragni che si nutrono di contaminanti biologici umani e amano riprodursi in luoghi umidi quali i tessuti dei divani, i materassi, le tende i tappeti, le moquette ecc.

Oggi sono in vendita tessuti anti-acaro per le persone allergiche a questo tipo di parassita, ma non è mai facile sbarazzarsi davvero di loro. Questo perchè sono davvero tantissimi.

Pensa che all’interno di un solo grammo di polvere possono essere presenti fino a duemila acari!

Ecco perchè è importante fare una pulizia approfondita degli ambienti con prodotti specifici.

Per un ambiente sano chiedi a Bibo!

Se vuoi assicurarti di vivere in un ambiente pulito in modo approfondito e privo di rischi per la tua salute affidati a dei professionisti in grado di garantirti una pulizia completa.

Noi dell’impresa di Pulizie Bibo utilizziamo prodotti biologici privi di sostanze chimiche dannose per la salute umana, salvaguardando la qualità dell’aria dei tuoi spazi.

Effettuiamo la manutenzione di impianti d’aria e di condizionamento e realizziamo curati interventi di disinfestazione.

La pulizia profonda dalle polveri e il lavaggio di arredi in tessuto al fine di combattere l’annidamento di acari è un’altro dei settori nel quale possiamo godere di una lunga esperienza.

Forte degli oltre 30 anni di esperienza nel settore delle pulizie, Impresa Bibo sa come mantenere in perfetto stato gli ambienti in cui operi ogni giorno, salvaguardando la tua salute e quella delle persone che ti stanno attorno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *