Eliminare il calcare dai sanitari

Una pulizia giornaliera del bagno è indispensabile per l’igiene e la salute della tua famiglia. Con il tempo, però, si creano fastidiose incrostazioni di calcare sui sanitari che finiscono per rovinarne l’estetica. Come rimediare? Ecco una piccola guida con consigli utili per eliminare il calcare dai sanitari in maniera semplice ma efficace.

PREVENIRE IL CALCARE

Può sembrare una banalità, ma le goccioline d’acqua che restano a lungo sulla superficie dei sanitari favoriscono la sedimentazione del calcare. Asciugare di tanto in tanto le superfici può essere utile per prevenire la formazione di quella patina opaca che rovina i nostri bagni. Ovviamente sarebbe impossibile tenere il lavello sempre asciutto, ma i residui d’acqua sul rubinetto e sulle pareti della doccia si possono facilmente rimuovere dopo l’utilizzo.

DETERGENTI

Non è difficile trovare un buon detergente anticalcare, in commercio ne esistono di ogni tipo. Attenzione: se utilizzato troppo spesso, un detergente di questo tipo rischia di compromettere l’integrità di alcune superfici. La sua formula piuttosto aggressiva lo rende non particolarmente adatto per un utilizzo prolungato su superfici delicate.

ANTICALCARE EFFICACI, DELICATI E FAI-DA-TE

Esistono molte alternative delicate e naturali per eliminare il calcare dai sanitari in modo efficace. Ecco qui alcuni mix semplici e veloci creati con prodotti facilmente reperibili in casa. Per conservare la brillantezza, queste operazioni andrebbero ripetute ogni due settimane circa. Diventeranno il tuo asso nella manica contro le incrostazioni!

ACQUA E ACETO

Per la pulizia del rubinetto e del box doccia, prova ad utilizzare uno spruzzino con acqua e aceto. Puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale per profumare il mix! Basta spruzzare il tutto sulle superfici interessate, lasciar agire la miscela ed il gioco è fatto. A questo punto dovrai soltanto passare una spugna e risciacquare. In caso di calcare ostinato, basta aumentare le dosi di aceto: nei casi più difficili prova ad utilizzare l’aceto puro!

Questa “ricetta” può essere utilizzata anche per la pulizia del soffione della doccia: lasciando l’erogatore a mollo in acqua e aceto libererai più facilmente i fori otturati dal calcare.

Per i sanitari in porcellana si può creare un anticalcare molto efficace ma delicato aggiungendo del bicarbonato al mix di acqua e aceto. Basta dosarli in modo tale da creare un detergente cremoso. Lascia in posa, strofina delicatamente e risciacqua. Le proporzioni medie sono: un cucchiaio d’acqua, un cucchiaio di aceto e due/tre cucchiai di bicarbonato. Per le macchie più difficili strofina la miscela con uno spazzolino da denti sulla porzione interessata! Per un risultato ancora più brillante prova a sostituire l’acqua con del succo di limone. Alcune casalinghe suggeriscono di aggiungere anche del sale: in quel caso è meglio evitare di strofinare eccessivamente il composto per non graffiare le superfici.

BICARBONATO

Ecco qui un altro prodotto molto efficace per eliminare il calcare. Abbiamo già visto un primo mix a base di bicarbonato, utile nei casi più ostinati. Il secondo utilizzo che proponiamo riguarda le pareti interne del WC. Basta cospargerle di bicarbonato di sodio e lasciare agire il prodotto per una notte intera. Il mattino successivo strofina delicatamente la superficie in questione e aziona lo sciacquone. Il risultato? Pareti brillanti e zero opacità dovuta al calcare! Da provare anche sugli altri sanitari per far brillare ogni superficie.

Qualche cucchiaio di bicarbonato e di aceto in lavatrice salveranno dal calcare anche la tua tenda da doccia.

VUOI UNA CASA SPLENDENTE? CONTATTACI!

Sempre più privati si rivolgono a noi. Siamo esperti di igiene e pulizia dal 1977, operiamo con esperienza e professionalità garantendo prontezza ed efficienza nei servizi al cliente. Siamo sempre a disposizione per consulenze e preventivi gratuiti senza impegno. Ci puoi contattare chiamando il numero 035 790023 oppure scrivendoci qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *